Agricoltura rigenerativa: un'azienda agricola alla volta per rigenerare la Terra

In un momento in cui i cambiamenti climatici sono all'ordine del giorno e la sostenibilità sta diventando una priorità assoluta, il modo in cui produciamo il cibo sta cambiando.

In un momento in cui i cambiamenti climatici sono al centro delle cronache e la sostenibilità sta diventando una priorità assoluta, il modo in cui produciamo il cibo sta cambiando. L'agricoltura rigenerativa, spesso nota come RegenAg o RegAg, è un approccio olistico all'agricoltura che promette non solo sostenibilità ma anche guarigione. Ma cos'è l'agricoltura rigenerativa e perché sta guadagnando popolarità? Entriamo nel vivo della questione!

Qual è la definizione di Agricoltura rigenerativa (RegAg)?
L'Agricoltura rigenerativa è un insieme di pratiche agricole che mirano a ripristinare e migliorare l'ambiente generale dell'azienda. Dà priorità alla salute del suolo, riconoscendo che un ecosistema sano in superficie inizia con un terreno vibrante e pieno di vita al di sotto. A differenza di alcuni metodi agricoli che mirano solo a mantenere le condizioni attuali, l'agricoltura rigenerativa cerca di migliorare e ripristinare.
Spesso ci imbattiamo in definizioni diverse di cosa sia l'agricoltura rigenerativa, anche perché è, a dir poco, una parola d'ordine, ampiamente utilizzata dai media e dalle aziende.

Principi fondamentali dell'agricoltura rigenerativa:
Potremmo estrarre alcuni principi fondamentali dell'agricoltura rigenerativa:
- Salute del suolo
- Rotazioni colturali diversificate
- Integrazione di pascolo e bestiame
- Agroforestale
- Colture di copertura

Perché praticare l'agricoltura rigenerativa?
Sequestro del carbonio: Poiché i terreni sani hanno un'eccezionale capacità di "assorbire" il carbonio dall'atmosfera, l'agricoltura rigenerativa è un potente strumento nella lotta contro il cambiamento climatico.

Conservazione dell'acqua : Le pratiche rigenerative migliorano la capacità del suolo di trattenere l'acqua. Ciò riduce la necessità di irrigazione e rende i terreni agricoli più resistenti alla siccità.

Migliorare la biodiversità: I metodi di agricoltura rigenerativa promuovono un ecosistema diversificato, garantendo un ambiente equilibrato e resistente a parassiti e malattie.

Vantaggi economici: Sebbene possa esserci un periodo di transizione, le pratiche rigenerative possono ridurre la domanda di costosi input sintetici nel lungo periodo, con conseguenti risparmi per gli agricoltori.

Cibo ricco di nutrienti: Terreni più sani significano colture più ricche di sostanze nutritive, quindi alimenti di migliore qualità.

Articolo scritto da Guillaume, Carbon Project Manager di MyEasyFarm.

Vuoi rivolgerti agli esperti per saperne di più sull'agricoltura rigenerativa?

Siete alla ricerca di soluzioni efficaci per intervenire sulle vostre emissioni SCOPE 3, sui bonus della catena delle materie prime o anche sulla generazione di crediti di carbonio e sull'agricoltura rigenerativa (RegAg)?

Contattate Guillaume o gli altri membri del nostro team di esperti.

Condividi :

Altri articoli

Contattaci